Disposizioni Generali

DISPOSIZIONI GENERALI

 

PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA

Il GAL, quale società a partecipazione pubblica non di controllo, non rientra nel novero dei soggetti cui la disciplina in tema della prevenzione della corruzione si applica direttamente e, pertanto, non è obbligato all’adozione del modello di organizzazione e gestione di cui al D. Lgs. n. 231/2001, tuttavia le Pubbliche Amministrazioni partecipanti possono promuovere l’adozione del predetto modello.

Anche se il GAL non è tenuto a nominare il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (RPCT), deve prevedere al proprio interno una funzione di controllo e di monitoraggio degli obblighi di pubblicazione. Inoltre, le Amministrazioni partecipanti possono promuovere l’adozione di protocolli di legalità contenenti misure di prevenzione della corruzione necessarie ad assicurare la correttezza delle attività svolte.

ATTI GENERALI

  • Atto costitutivo
  • Statuto
  • Regolamento interno
  • Convenzione Regione Puglia - GAL

 

Cerca

Scegli la lingua